Noi Donne Home La Nostra Storia Archivio Materiali Contatti

Numero 9 del 2009

Dialoghi impossibili


Foto: Dialoghi impossibili
PAGINA 22

Testi pagina 22

Dall'analisi di studi, ricerche e son-daggi, emerge molto spesso che la
sensibilità verso l'ambiente e conseguen-
temente il riutilizzo di materiali destina-
ti alla distruzione è molto più femmini-
le che maschile.
La stessa cosa vale per la creatività e
per la capacità di adattarsi più facil-
mente a nuove realtà e, in un periodo
particolarmente critico come quello che
stiamo vivendo parlare di riutilizzo, ri-
sparmio, riorganizzare può diventare
fonte di reddito. Di tutto ciò abbiamo
avuto una conferma da un gruppo di
donne imprenditrici della Vallagarina
(Rovereto-Tn) che recentemente si sono
cimentate in una manifestazione di sen-
sibilizzazione sui temi del "riciclo".
Dalla loro straordinaria fantasia
hanno preso vita, attraverso la trasfor-
mazione di materiali di scarto, nuovi
oggetti tra cui abiti, accessori, accon-
ciature, ornamenti, arredi e altre propo-
ste creative.
L'evento, realizzato in collaborazio-
ne con l'Assessorato alla Vivibilità del
Comune ha visto la partecipazione del-
le imprenditrici aderenti al Gruppo
Donna Impresa di Confartigianato, ma
anche molte artiste e professioniste free
lance.
Il centro di Rovereto ha ospitato di-
verse rappresentazioni ecologiche e vari
stand hanno colorato e ravvivato la cit-
tà. Ma è stata sicuramente la sfilata di
moda ad attirare la maggiore attenzio-
ne dei presenti perché molto caratteristi-
ca e originale.
I vestiti, realizzati con plastica di va-
ria origine, carta, oggetti curiosi e di-
menticati nei cassetti e ritagli di stoffe,
hanno strabiliato tutti i passanti che,
stupiti ed increduli, hanno ammirato le
creazioni di donne fantasiose che con
minuziosa pazienza e talento hanno
manifestato la loro fantasia e inventiva
ottenendo un eccellente risultato esteti-
co e pratico.
Gli abiti sono stati il punto centrale,
accompagnati dalle meravigliose ac-
conciature che con bizzarri tocchi di
classe sono state adattate ad ogni abi-
to. Sembra impossibile immaginare un
cappotto realizzato con plastica a bolli-
cine da imballaggio e rifiniture a collo e
polsi con una vecchia tovaglia di carta
e un kimono con lo stesso materiale e
fiori di feltro multicolore: queste artiste
del riciclo l'hanno fatto. Il vestito più
sontuoso è risultato un abito da sposa
confezionato con mantelline da parruc-
chiere e un corpino fatto con palline
madreperlate, accompagnato da un
bouquet di calle, ottenute con piatti di
plastica e rose bianche di plastica. La
fantasia senza limiti ha prodotto sicu-
ramente l'abito più stravagante ornato
e rifinito con linguette di lattine e arric-
chito da un copricapo di rete metallica.
Dalla carta di giornale ne è uscita una
gonna a pieghe e da un sacco di plasti-
ca nero per l'immondizia, impreziosito
con fiori argentati di carta stagnola, un
economico abito da sera.
Maria Rosaria D'Agostino è presi-
dente delle Donne Artigiane. Presi-
dente, è dunque vero che le donne
sanno rimboccarsi le maniche più di
chiunque altro?
A mio avviso le donne e i giovani in
tutti i comparti sono il patrimonio a cui
tutti guardano con speranza per il cam-
biamento e il progresso in campo eco-
nomico, sociale e politico.
La storia di millenni di lotte ed emer-
genze ha sicuramente allenato maggior-
mente le donne alle difficoltà e l'impren-
ditoria femminile può in questo momen-
to proporsi come una opportunità stra-
tegica a patto che si risolvano questioni
ancora sospese.
Tuttavia un desiderio che ancor più
provo da vicino in quanto donna e so-
prattutto donna impegnata in un'azien-
da e sul fronte associativo, è che in que-
sto momento di rallentamento e cam-
biamento siano per prime le donne stes-
se a riconoscere la loro importanza e il
loro valore, acquisendo la consapevo-
lezza della forza che possono essere ca-
paci di detenere a tutti i livelli, profes-
sionali ed umani; a volte la poca auto-
settembre 2009 noidonne22
Spirito creativo
Uso e ri-uso
Donatella Orioli


©2017 - Noi Donne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004 - Privacy Policy