Noi Donne Home La Nostra Storia Archivio Materiali Contatti

Numero 5 del 2006

L'altra metà


Foto: L'altra metà
PAGINA 28

Testi pagina 28

maggio 2006 noidonne28
Giornate speciali a Trento a metàmaggio e con la manifestazione
"Asia QuestAltroMondo" si punta l'at-
tenzione della World Social Agenda sui
grandi temi sociali ed internazionali che
coinvolgono miliardi di abitanti del Pia-
neta. Dopo l'Africa e l'America Latina,
"Asia: oltre la paura. Cooperazione. Di-
ritti. Riconciliazione" è il titolo dell'e-
vento che attraverso autorevoli testimo-
nianze offrirà un volto dell'Asia diverso
dallo stereotipo che vuole quell'immen-
so continente condannato alla povertà
estrema nelle sconfinate campagne o
nelle periferie delle megalopoli. Esiste
anche un'altra Asia di cui relatrici di fa-
ma mondiale sono testimoni: è la polie-
drica realtà di un continente tanto va-
sto quanto vario che cambia e non si
rassegna. Al centro della conferenza vi è
la donna. E' dal 1998 che la WSA sce-
glie la donna come testimone privile-
giato per raccontare e capire trasforma-
zioni e speranze, se è vero che sulla don-
na (ed il suo corpo) si scaricano tensio-
ni sociali e politiche che ne limitano di-
ritti e libertà, in Asia come altrove. Si ri-
comincia quindi da e grazie alla donna,
perché in India e nel Sud-est asiatico co-
me altrove le donne e il loro coraggio
rappresentano un efficace strumento di
cambiamento e promozione dei diritti di
tutti. C'è un'Asia che si batte contro cor-
ruzione e sfruttamento del lavoro, che
fa dello sviluppo sostenibile e del com-
mercio equo-solidale la propria idea di
modernità, che crede e lavora per il dia-
logo tra fedi e comunità e sono donne
autorevoli ed importanti a raccontarla.
Chea Vannath, cambogiana candi-
data al premio Nobel per la Pace nel
2005. Memoria del genocidio operato
dai Khmer Rossi nel suo Paese, attual-
mente è presidentessa del Centro per lo
Sviluppo Sociale (CSD) di Phnom Phen,
organizzazione non-governativa che so-
stiene il buon governo attraverso l' isti-
tuzionalizzazione di valori e principi
democratici e di lotta alla corruzione. E
Chea Vannath, in occasione della
World Social Agenda trentina, interver-
rà proprio sul delicato rapporto tra pas-
sato, memoria storica e presente della
nuova Cambogia.
Kezevino Aram, medico induista e
direttrice dello "Shanti Ashram", impor-
tante punto di riferimento in India per le
buone pratiche in campo
ambientale e sociale. A
partire dai principi gand-
hiani di nonviolenza e
Progresso per tutti, Aram
interverrà sui temi del
dialogo interreligioso e
della mobilitazione socia-
le come strumenti di edu-
cazione e sviluppo
umano. Kezevino Aram è
inoltre esponente della
Conferenza Mondiale del-
le Religioni per la Pace e
consulente del Governo
Indiano su vari temi lega-
ti al mondo dell'infanzia,
dei giovani e dello svilup-
po rurale.
Charito Basa, presi-
dentessa dell'organizza-
zione di migranti Filipino
Women's Council, è nata
nelle Filippine ma risiede
da anni in Italia, dove si
occupa di promuovere il
ruolo delle donne migran-
ti impiegate nel settore
domestico privato. È inol-
tre consulente e collaboratrice di nume-
rose organizzazioni italiane e straniere e
di varie Agenzie delle Nazioni Unite,
occupandosi di diritti umani, migrazio-
ni e cittadinanza. Interverrà alla World
Social Agenda parlando dei paradossi
di un Paese d'emigrazione, povertà e
conflitto sociale come le Filippine,
dove tuttavia operano movimenti e as-
sociazioni popolari tra i più attivi del
continente.
Meera Bhattarai, fondatrice e presi-
dentessa dell'Association Craft Produ-
cers, la prima organizzazione non profit
nepalese ad occuparsi di commercio
equo-solidale. Fondata nel 1984, la
ACP raggruppa oggi oltre mille artigia-
ni (90% donne) ed è presente in tutto il
Paese con programmi innovativi rivolti
alla formazione, alla protezione am-
bientale e delle condizioni di lavoro.
Meera Bhattarai interverrà sul rapporto
tra commercio equo-solidale e svilup-
po umano e sociale, temi dei quali si
occupa da oltre vent'anni anche come
rappresentante nazionale di Fair Trade
International. La sua attenzione è rivol-
Dopo e oltre lo Tsunami
Trento
Tiziana Bartolini
Lisa Clark - Stati Uniti
Maria Adelaide Pereira - Brasile


©2017 - Noi Donne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004 - Privacy Policy