Noi Donne Home La Nostra Storia Archivio Materiali Contatti

Numero 7 del 2008

Vacanze: turismo a 360°


Foto: Vacanze: turismo a 360°
PAGINA 28

Testi pagina 28

luglio-agosto 2008 noidonne28
Riccione ha ospitato, nei primi giorni di giugno, la XIV
edizione del Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi. Va a
sorpresa ad Ahmad Rafat, vice direttore italo-iraniano di
AKI-Adnkronos Inernational, il Premio Giornalistico
Televisivo Ilaria Alpi per la libertà di stampa.
Al Palazzo del Turismo hanno preso forma mostre, incon-
tri, dibattiti e proiezioni alla presenza di giornalisti ed
esperti della comunicazione si sono confrontati su temi di
attualità e sullo stato del giornalismo italiano ed europeo.
Il Premio, ideato dall´Associazione Ilaria Alpi - Comunità
Aperta di Riccione, e dedicato all´inviata Rai assassinata in
Somalia nel ´94 insieme all´operatore video Miran
Hrovatin, è promosso dalla Regione Emilia-Romagna, dal
Comune di Riccione e dalla Provincia di Rimini, con l´Alto
patronato del Presidente della Repubblica e i patrocini di
Presidenza della Camera dei Deputati, Ministero delle
Comunicazioni, Rappresentanza in Italia della
Commissione Europea, Commissione Nazionale italiana
per l'Unesco, Ordine dei Giornalisti Nazionale, Rai -
Segretariato Sociale. L'emergenza rifiuti, il riscaldamento
globale, sono i temi al centro del dibattito "Il rifiuto del
Rifiuto". Oltre alla sostenibilità ambientale particolare
attenzione è stata data al tema mafia a cui è dedicato il
nuovo volume della collana i Taccuini del Premio Ilaria Alpi.
Il testo "Giornalismi&mafie" (Ega Libri) sarà presentato in
collaborazione con Libera Informazione. E proprio da
Riccione partirà Noecomafia Tour la campagna promossa
da Legambiente per denunciare l'aggressione al nostro ter-
ritorio e parlare di legalità e tutela dell'ambiente. Il tour
passerà da Bruxelles e dalle istituzioni europee e farà tappa
in ben undici regioni italiane.
Questi gli altri vincitori della IV edizione: Premio
Migliore Reportage Italiano (Brevi) Anna Migotto La
Cattedrale, Terra, Mediaset; Premio Migliore Reportage
Italiano (Lunghi) Domenico Iannaccone, Il Terzo Mondo,
W L'Italia, Diretta RAI3; Premio Migliore Servizio da TG
Domenico Piro e Gianfranco Botta Battaglia A Korengal,
TG3; Premio Migliore Servizio TV Locali e Regionali
Roberto D'Antonio L'Oro di Napoli, Telenapoli, Canale 34;
Premio Produzione Pietro Suber e Guido Torlai Argentina:
Un Paese sull'Orlo di una Crisi di Nervi, Inedito; Reportage
Migliore Gwenlaouen Le Gouil Somalie: Partir ou Mourir,
Arte Geie/Cargo Culte, Francia; Premio Giovani Alessandro
Nucci Una Stagione all'Inferno, Tele Iato; Premio Scuole di
Giornalismo Marco Ferini Articoli Amari, Master Biennale
di Giornalismo, Università di Sassari; Premio Critica
Francesco Conversano e Nene Grignaffini Megalopolis,
Una realizzazione Movie Movie per RAI; Premio Il Lavoro
che Non si Vede Massimiliano Cochi Terra Amara,
Reportage sull'Agricoltura in Crisi - SAT 2000; Premio Il
Lavoro che Non si Vede Under 15' Nevio Casadio Una
Storia Sbagliata, RT Rotocalco Televisivo, RAI 3; Premio
Miran Hrovatin Bernardino Marco Tomei Nero Artico,
Speciale TG, LA7.
Cresce il numero delle auto a metano.
Ogni settimana nel nostro Paese vengono aperti due nuovi
distributori di metano per auto. Con questo ritmo, alla fine
del 2008 i distributori saranno 781. Secondo Federmetano lo
sviluppo del numero degli erogatori dipende da una serie di
importanti ragioni: la prima è che sia i pubblici poteri, che le
case automobilistiche e gli automobilisti stanno realizzando
che il metano è il carburante più ecologico ed economico;
esistono poi incentivi statali (cumulabili con gli incentivi alla
rottamazione) per l'acquisto di un'auto nuova con emissioni
di CO2 inferiori a 120 grammi/km (2.000 euro) o uguali o su-
periori a 120 grammi/Km (1.500 euro). Infine, sono stati pre-
visti incentivi anche per le trasformazioni a metano di auto
omologate a benzina direttamente da parte di automobilisti
o di concessionari (500 euro).
Primi in Europa per numero di veicoli in circolazione
Secondo un rapporto di Banca Mondiale, l'Italia sarebbe addi-
rittura "sommersa" dal traffico. Tanto da essere al primo po-
sto in Europa, e tra i primi a livello mondiale, per numero di
veicoli a motore ogni mille abitanti, con riflessi devastanti
sull'ambiente, sulla salute dei cittadini e sulla qualità della lo-
ro vita. Al secondo posto di questa classifica si troverebbe la
Francia, seguita da Germania e Gran Bretagna. A livello mon-
diale dominano invece la classifica gli Stati Uniti, la Nuova
Zelanda e l'Australia.
La Cina frena sulle buste di plastica
In Cina le buste di plastica non sono più gratuite. La decisio-
ne è stata presa per proteggere l'ambiente.
Emanata dal Ministero del Commercio, dalla Commissione
nazionale dello sviluppo e riforma e dall'amministrazione sta-
tale dell'industria e del commercio, la direttiva prevede multe
salatissime per i commercianti (1.433 dollari se distribuiran-
no gratuitamente le buste).
I gestori delle attività commerciali possono però fissare il
prezzo delle shopper, che non dovrà essere inferiore al loro
costo di acquisto.
Chiude così i battenti la più grande fabbrica di buste di pla-
stica del Paese che produceva 250mila tonnellate di buste al-
l'anno per un valore di 250 milioni di dollari.
Denunciato per raccolta di rifiuti "fai da te"
Un cinquantunenne aretino è stato denunciato dagli agenti
della polizia ambientale e forestale di Arezzo per avere svol-
to abusivamente un'attività di raccolta di rifiuti.
L'uomo aveva ammassato nei terreni intorno alla sua abita-
zione (San Biagio alla Rassinata) una notevole quantità di "ri-
fiuti speciali non pericolosi" - veicoli e motocicli fuori uso,
vecchi pneumatici, materiali di plastica, rottami metallici, ca-
vi elettrici e sacchi di materiale vegetale in decomposizione -
allo scopo di rivendere i materiali recuperabili.
di Barbara Bruni


©2017 - Noi Donne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004 - Privacy Policy